sabato 12 dicembre 2009

Scatti Proibiti (not a crime)

La mia attività fotografica mi porta, per scelta e necessità a fotografare di notte. Vorrei portarvi a conoscienza di quanto mi è accaduta, per far sì che non passi sotto silenzio quello, che con sempre più frequenza accade nel nostro Paese e nel mondo intero! In una delle mie uscite serali mi è stato impedito di fotografare al porto antico di Genova (zona turistica) da una guardia giurata perchè avevo il cavalletto; quando gli ho snocciolato tutte le mie conoscenze in materia di legge ha cominciato a balbettare dicendo che quella era un'area privata e c'era un cartello di divieto d'accesso(chiaramente riferito alle autovetture;In realtà sono stato io a spiegargli che, l'unico motivo per cui poteva cacciarmi era l'occupazione di suolo pubblico! Ho passato la serata a parlare con un poliziotto(in borghese) che è rimasto lì a guardare senza proferire parola ed annuendo a quanto affermavo. Ripeto: siamo fotografi, non criminali o terroristi! Questo è lo scatto incriminato, che, come sempre per me è il primo scatto di approccio ad una ricerca + approfondita per arrivare all'inquadratura finale con scatti successivi che però non ho potuto fare! non vedo alcun obiettivo sensibile da proteggere e voi? sono sensibile da tempo a questo argomento ,portato a conoscenza da Sandro Iovine Ne IL FOTOGRAFO; Mi sono iscritto al gruppo su flickr Not a Crime e penso che tratterò l'argomento con la mia fotografia Tutto stava comunque muorendo lì; HO pensato" è solo un'altro che abusa di un potere che non ha,ma sempre più di frequente incontro difficoltà a fotografare. Per la mia ricerca concettuale e la mia passione per la foto da strada ho bisogno di linee, forme, persone, vita quotidiana e storie, ma ogni volta che la mia reflex entra in azione vengo redarguito o guardato in malo modo. Ormai quasi non faccio più Street e l'uso di inquadrature di palazzi per approcci concettuali deve essere fatto con rapidità sperando che non vi sia un poliziotto o una guardia giurata che cercano di sequestrare(non possono) la mia reflex! L'altra sera sono entrato in un mercato al coperto vicino alla stazione, mi piacevano i corridoi bianchi formati dai teloni dei banchi che stavano chiudendo; Ebbene, mi sono trovato circondato da tre guardie notturne(uno aveva avvisato gli altri che un losco individuo con qualcosa di strano in mano(reflex e cavalletto) era entrato nel mercato! Alla vista della reflex mi hanno chiesto allarmati se fossi un giornalista che voleva documentare la sporcizia del posto! Comincio ad essere stanco, ormai anche quando fotografo gli amici faccio fotografare loro la liberatoria e la mia creatività e voglia di sperimentare ne risente. Denunciamo questo stato di cose: siamo solo fotografi, non siamo criminali ne terroristi! le fantomatiche disposizioni per la sicurezza non possono impedire a chi fa foto per passione, solo perchè ha una reflex di scattare, per poi lasciare fare quel che si vuole, qualche metro in là a chi usa compatte e telefonini per filmare o fare foto...

martedì 20 ottobre 2009

Un Amico, due amici,

Oggi avevo mille pensieri che fluivano nella mia mente; ho cercato di fermarli, come faccio di solito, guardando le mie foto; Tra queste è apparsa quella di Pasquale... E' strano, fino a circa un anno fà non sapevamo l'uno l'esistenza dell'altro; I nostri incontri virtuali sono stati prima timidi e saltuari,poi sempre più frequenti via via che la stima reciproca cresceva. Pasquale è un ottimo fotografo, che trasmette con le immagini tutto il suo ardore esistenziale; i suoi scatti non sono mai banali, ma sempre carichi di pathos ed energia vitale! Il suo amore per la musica e le tradizioni culturali delle nostre terre raccontano qualcosa di più di lui: Una persona gentile, pacata , all'apparenza , ma che nasconde, senza riuscire a celarla veramente una imperiosa carica emotiva che lo spinge sempre a guardare indietro con un sorriso benevolo, ma pronto ad andare avanti La persona che ci ha fatto incontrare la conosco da circa un'anno e mezzo ed anche lui, come Pasquale, si è avventurato tra le mie foto in punta di piedi, con rispetto, caratteristica essenziale di chi sà , ma non deve dimostrare di saper fare! Stò parlando di Claudio, un grande fotografo ed un grande amico! Con lui, si parla di luce, ombre, riflessi;Conversazioni , sempre piacevoli e costruttive Non sbaglia mai un colpo, tanta è la sua conoscenza del mezzo fotografico. I suoi paesaggi non sono mai banali, ma sempre ipnotici, tanta è la loro bellezza! La cosa che mi fa arrabbiare di lui è che pensa di saper fare solo quello, poi un attimo dopo,zac e ti viene fuori con una foto di street, o architettonica; Il suo stile è inconfondibile e la sua produzione fotografica è smisurata Con il tempo, gli amici sono aumentati, Alberto, anto.Lu, ma Pasquale e Claudio rimangono sempre il mio punto fermo, la certezza, la sicurezza! Grazie Amici!

martedì 22 settembre 2009

Diosincrasia!

Come la maggior parte di coloro che si interessano di fotografia posto le mie immagini su Flickr; Molto spesso, la mia ricerca interiore mi porta a produrre lavori che la massa tende a non capire, vuoi perchè è troppo faticoso farlo, vuoi perchè è molto più facile capire un tramonto che uno stato d'animo! Inizialmente non riuscivo a comprendere questo livellamento verso il basso del gusto comune; Poi è venuto fuori il mio carattere , il desiderio di esprimere me stesso ermeticamente! accentuando l'unicità del mio lavoro incentrato sull' incomunicabilità!

lunedì 21 settembre 2009

Nuova mostra!

Percorsi Futuristi fotomostre Questa mostra non è un omaggio in senso stretto al Futurismo, ma è una rivisitazione che risponde alla domanda: come un artista d’oggi vede e interpreta con la sua sensibilità e i suoi mezzi un momento fondamentale per la storia dell’arte moderna? Ogni artista presente in mostra ha scelto le tecniche più congeniali alla sua sensibilità: fotografia, acquerello, olio o acrilico. Fra i vari modi in cui si può omaggio ai grandi sono soprattutto due le modalità più efficaci; sipuò intervenire con una reinterpretazione delle opere originali oppure impegnarsi nella realizzazione di una creazione autonoma. Seguendo uno di questi due itinerari, si sono così creati dei “percorsi futuristi” che propongono paradossi, ironie e citazioni, tutti elementi caratterizzanti delle tele che offrono una rilettura personale del rapporto (a volte contraddittorio) fra presente post-moderno e passato avanguardista. Storico dell’Arte Gianluca Tedaldi Gli artiti: Cristina Annino, Carmine Antonucci, Paola Benelli, Andrea Bevilacqua, Teresa Bianchi, Pietro Bocchini, Piero Bottali, Giuliano Brandoli, Laura Campo, Maristella Campolunghi, Eugenio Cannilla, Franco Cannilla, Matteo Carbone, Alfio Catania, Patrizia Cau, Annalisa Ceolin, Maurizio Chelucci, Maurizio Cintioli, Verena D’Alessandro, Riccardo De Antonis, Patrizia Dottori, Mario Di Salvo, Paola Di Giovanni, Stefania Errore, Fulvio Faraci, Edoardo Fornaciari, Maria Korporal, Michela Lenzi, Gianni Loperfido, Franco Mancini, Massimo Mazzorana, Gianni Mele, Melania Messina, Sebastiano Messina, Atonello Morsillo, Guido Nardacci, Marco Natale, Angelo Palumbo, Luisa Passeri, Osvaldo Pieroni, Jessica Pintaldi, Pino Rampolla,Luciana Ronchi, Stefania Santi, Benedetta Scatafassi, Stefano Scipioni, Giancarlo Rado, Giulia Robinson, Ramona Vada, Paola Zucchello. critica a cura di Gianluca Tedaldi curatori: Tiziana di Bartolomeo e Maristella Campolunghi Biblioteca Elsa Morante Via Adolfo Cozza, 7 - 00122 Roma sito web: www.espressionidarte.it - www.officinadelleimmagini.it e-mail: ufficiostampa@espressionidarte.it officina.immagini@libero.it infoline: 06-45460481 Inaugurazione venerdì 16 ore 17,00 16 – 30 ottobre 2009 orari apertura: lun mar mer 9-13/15-19, giov ven 9-19, sab 9-13. ingresso libero futurismo - domani è un altro giorno In occasione della mostra: 16 ottobre 2009 ore 21 Bomba performance di e con Guido Patenesi e la partecipazione di Alessandra Santilli 22 ottobre 2009 ore 17.30 Quando il futurismo è donna. Babara dei colori di Francesca Brezzi - ed.Mimesis, incontro con l'autrice Immaginazione senza fili scc, brr, tin tin, Parole, suoni e colori in libertà Laboratori per ragazzi da alcuni Manifesti Futuristi a cura di Rosy Robertazzi 21 ottobre ore 17 tattilismo - età: da 5 a 8 anni 28 ottobre ore 17 calligrammi - età: da 9 a 13 anni prenotazione obbligatoria c.ferrara@bibliotecadiroma.it tel 0645460484

giovedì 17 settembre 2009

Il mio pacifismo e antimilitarismo non ha ragione di essere tirato in ballo in questo momento ed il mio cordoglio prende il sopravvento in questa giornata funesta! Sei uomini hanno perso la vita nell'espletamento del loro dovere, fatto con serietà e consapevolezza della possibilità dell'estremo sacrificio! Il mio dolore è quello di uomo,italiano nato in un mondo libero! Ringrazio loro per la libertà che hanno difeso e per quella che hanno cercato di portare in quei luoghi disastrati!


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com

mercoledì 16 settembre 2009

Il Mio Amore per la Musica!

Inizia lentamente, con tono quasi nostalgico;Poi assume un carattere dolce e romantico che si tramuta in un urlo di rabbia contro tutto e tutti! qui irrompe la forza e l'aggressività giovanile per poi dipanarsi in un canto di gioia e liberazione! Ecco che torna un'atmosfera di malinconica rassegnazione; Si chiude con dolce nostalgia! Nella Musica c'è tutto, ognib singola esperienza della vita e questa canzone ne è un esempio...


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com

venerdì 11 settembre 2009

per Miriam...

Ho letto e riletto il tuo post! poi ho deciso di estrapolarne alcuni versi ed interpretarli con la mia fotografia, per dedicarli a Te amica e sorella!

lunedì 7 settembre 2009

I'm a photografer! i'm not a terrorist e not a crime!

Dal blog di Sandro Iovine: Tra i vostri amici c’è per caso qualcuno che fa il fotografo professionista? Magari dedicandosi allo specifico al fotogiornalismo… Beh se avete questa fortuna potete chiedere a lui quanto sia importante la campagna che stanno promuovendo gli albionici colleghi di British Journal of Photography. La maggior parte dei nostri lettori vive la fotografia come un’attività a metà strada tra il ludico e l’autoreferenziale senza rendersi conto della gravità delle problematiche reali che i professionisti sono costretti a vari livelli ad affrontare quotidianamente. Di fatto oltre alla crisi dell’editoria, al crollo dei prezzi delle immagini dovuto a svariate concause, in paesi come il Regno Unito vengono da più parte invocati provvedimenti legislativi, che mirano a incrementare il livello di sicurezza con leggi e regolamenti anti-terrorismo piuttosto che contro la pedofilia o a difesa della privacy dei singoli, che di fatto finiscono per penalizzare i fotografi professionisti e non. Secondo quanto denuncia il British Journal of Photography, in occasione di eventi come manifestazioni, sia politiche sia di altra natura, o concerti si procederebbe a una schedatura di fatto dei fotografi presenti, professionisti e non. Secondo il British Journal of Photography si sarebbe arrivati al punto di prendere di mira perfino i turisti stranieri, come nel caso di un padre austriaco che, in compagnia del figlio, sarebbe stato sorpreso dalla polizia a fotografare un importante obiettivo strategico, ovvero la stazione dei bus di Walthamstow… In questo modo si verrebbe creando giorno dopo giorno un archivio sempre più consistente della cui utilità antiterrorismo, mi sia consentito di dubitare. A riprova che non si tratti di un atteggiamento paranoico dei colleghi inglesi il fatto che tra i primi ad aderire alla campagna di denuncia contro questa situazione ci sono due fotografi dell’Agenzia Magnum, Stewart Franklin e Chris Steele Perkins. Ma cosa si sono inventati questi fotografici figli della perfida Albione? Innanzitutto sono partiti da una sana e realistica considerazione: se si assume per vero il contenuto della denuncia dei fotografi inglesi, va da sé che sarebbe perfettamente inutile impegnarsi in una petizione da presentare al governo, essendo questo il mandante della schedatura. Per cui avrebbero deciso di operare in direzione della sensibilizzazione di massa effettuata per mezzo della rete. Per questo motivo il British Journal of Photography ha chiesto ai professionisti e agli appassionati di tutto il mondo di partecipare a una campagna finalizzata alla creazione di una sorta di archivio di immagini di autoritratto in cui compaiono le scritte I am not a terrorist e Not a crime (Non sono un terrorista e Non è un crimine). Servirà a qualcosa? Di pratico probabilmente no. Di fronte al richiamo alla ragion di stato non ci sono mai state e mai ci saranno petizioni o campagne di sorta in grado di alterare evidenti motivazioni di sicurezza o più celati interessi di altro genere. Non mi sento di essere insomma particolarmente fiducioso nei confronti di questa iniziativa, ciò non di meno ritengo sia dovere di chiunque abbia a cuore la libertà di poter fotografare, partecipare con il proprio contributo, qualora ovviamente ne condivida le finalità. Pur non illudendomi che operazioni del genere siano infatti in grado di cambiare lo stato delle cose, credo che si debba tentare di far qualcosa, come minimo per rendere il maggior numero di persone possibili coscienti di quanto accade o c’è il rischio che accada. E questo discorso al giorno d’oggi non può essere fondato su valutazioni di tipo nazionale. Non si può pensare che se accade nel Regno Unito non ci riguarda. La libertà di espressione, perché se scaviamo nemmeno troppo in profondità di questo stiamo parlando quando osserviamo con preoccupazione manovre tese a limitare l’esercizio della fotografia, è un bene di tutti. E se ci guardiamo intorno non è difficile comprendere che idee del genere potrebbero attecchire facilmente ovunque. Forse non possiamo fermarle, ma almeno possiamo contribuire a che si abbia coscienza di ciò che accade o potrebbe accadere. E ci sono poche cose in grado di deprivare un’azione di coercizione, come la coscienza della sua natura. L’invito è quindi quello a partecipare alla campagna del British Journal of Photography, caricando un autoritratto con la relativa scritta sul proprio account di Flickr, per poi iscriversi al gruppo Not a Crime) e caricare anche qui l’autoritratto. Io l’ho già fatto. Io aderisco con questo scatto:

lunedì 27 luglio 2009

Nei corridoi della mente...

Ogni tanto ci fermiamo e cominciamo ad osservarci dall'esterno, impalpabili scrutatori delle nostre frenesie! Questo scatto l'ho immaginato e costruito prima nella mia mente; Volevo che da esso trasparisse questo senso di distacco ed estranietà che qualche volta abbiamo da noi stessi, come se fossimo qualcosa di lontano e sconosciuto ed indifferente...

giovedì 2 luglio 2009

Parte di un'eco...

I recenti avvenimenti in Iran mi hanno fatto tornare in mente dei versi di Assata Shakur, una attivista politica statunitense afro-americana ed è stata membro del partito delle Pantere Nere, (Black Panther Party, BPP) e successivamente del Black Liberation Army. Le informazioni che comunque si stanno diffondendo nonostante la censura e l'ostracismo del governo Iraniano fanno si che l'ingranaggio si metta in moto, che l'eco di milioni di voci ottengano giuste elezioni in una vera Democrazia. Nulla è immobile e nulla è astratto l'ala di una farfalla non può prendere il volo il piede sulla mia schiena è parte di un corpo la canzone che canto è parte di un'eco Assata shakur

martedì 30 giugno 2009

Genova...Città Aperta!

Vengono descritti come schivi, chiusi scontrosi; Invece i genovesi hanno dato prova di essere una popolazione matura e moderna, lontana dall'odio per il diverso che tanti finti politici tentano di istillarle dentro. Sabato, la città tutta , ha risposto con garbo ed entusiasmo, ha partecipato gioiosa ad una festa! Nientaltro che una festa, il modo migliore di far valere i propri diritti,cancellare i tabù e l'odio è quello di sorridere, di porgere un fiore hai propri detrattori. Il Gaypride non è stata una carnevalata come pochi hanno detto, è stata una partecipazione collettiva per il riconoscimento dei diritti umani, per le pari opportunità, e per non essere giudicati per i gusti sessuali.Una città che attraversa un momento difficile e precario per le molteplici etnie che vi confluiscono ed abitano ha deciso di dire basta all'odio. L'amore tra uguali non è così strano!

sabato 27 giugno 2009

Vuoti Pensieri...

Vuoti Pensieri,ripetitivi,monotoni,vaghi,inutilmente plastificati come questo manichino! L'introspezione è superflua, tutto è velocemente bruciato,il tre per due del consumismo rende obsoleta ogni riflessione...

mercoledì 24 giugno 2009

La mia prima Mostra Collettiva...

Il 3 - 4 - 5 Luglio il Forte Prenestino si trasformerà nella più grande galleria fotografica di Roma. Più di 150 le mostre in esposizione con grande varietà di temi, tecniche e stili. Ci sarà una collettiva, a cura di Maristella Campolunghi, per la celebrazione dei 100 anni del Futurismo. Sono stati invitati 40 fotografi a creare, secondo la propria visione, la realtà artistica legata a quel periodo. Le opere ritraggono la filosofia multiforme del Futurismo, nelle tracce estetiche di questa importante avanguardia storica italiana il cui ancora aleggia, come una chimera, nelle più innovative indagini del Ventesimo Secolo. I fotografi sono: Andrea Bevilacqua, Teresa Bianchi, Pietro Bocchini, Piero Bottali, Giuliano Brandoli, Laura Campo, Maristella Campolunghi, Eugenio Cannilla, Franco Cannilla,Matteo Carbone, Afio Catania, Patrizia Cau, Annalisa Ceolin, Maurizio Chelucci, Maurizio Cintioli , Verena D’Alessandro, Riccardo De Antonis, Patrizia Dottori, Mario Di Salvo, Paola Di Giovanni, Stefania Errore, Fulvio Faraci, Edoardo Fornaciari, Maria Korporal, Gianni Loperfido, Franco Mancini, Massimo Mazzorana, Gianni Mele, Melania Messina, Guido Nardacci, Marco Natale, Angelo Palumbo, Osvaldo Pieroni, Pino Rampolla, Benedetta Scatafassi, Stefano Scipioni, Giancarlo Rado, Giulia Robinson, Ramona Vada, Paola Zucchello. "la fotografia di un paesaggio, quella di una persona o di un gruppo di persone, ottenute con un'armonia, una minuzia di particolari ed una tipicità tali da far dire: "sembra quasi un quadro" è cosa per noi assolutamente superata" Ma la tre giorni del Forte sarà molto altro ancora: un denso programma contenente workshop, incontri, proiezioni fotografiche, cinema, documentari, spettacoli di danza e concerti. Questa è la mia fotografia dal titolo "nei meandri " che partecipa alla mostra!

sabato 20 giugno 2009

Dipinto di luce...

Un nuovo Blog! forse vi chiederete perchè o forseno! Quando è nato il blog la mia fotografia il mio intento era quello di mostrare il mio pensiero mediante i miei scatti; Poi Invece ha preso una deriva diversa, più intima e personale, è diventato il blog del mio Io, del mio essere, del mio sentire... Questo mi piace, e anche le evoluzioni che avrà nel corso del tempo. sentivo però la necessità di tornare alla fotografia come arte a se stante, come tecnica, come filosofia. E' venuta fuori l'esigenza di un nuovo blog: Dipinto di luce; nel quale proverò a discutere di fotografia, di fotoritocco, di tecnica fotografica: Mi piacerebbe che diventasse un punto d'incontro, come un circolo fotografico, dove i malati di fotografia possano incontrarsi e parlare di focali, tempi, rumore, grana, fotografia digitale piuttosto che argentica; Un luogo dove si possa parlare in modo serio di fotografia. Il link del blog è il seguente:http://dipintodiluce.blogspot.com/ Spero siate numerosi ad accogliere il mio invito! Ovviamente il blog la mia fotografia, continuerà a rispecchiare il mio modo di intendere la fotografia...


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com

venerdì 12 giugno 2009

inquietudine...

A volte, tutto va bene, tutto funziona, Apparentemente non c'è nulla che ci turba. Sembriamo fatti di una corazza indistruttibile... Poi , una mattina ci svegliamo, un senso di peso nella bocca dello stomaco fatichiamo a respirare; Ci affacciamo alla finestra e il mondo ci trasmette inquietudine...


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com

mercoledì 10 giugno 2009

Le luci della notte... (private investigations)

Le luci della notte... Io e la mia reflex, compagni inseparabili nelle mie uscite notturne; Quando le tenebre si impadroniscono del cielo, tutto cambia le strade, i vicoli i palazzi si animano, la città si orna di mille luci, mille colori... Il silenzio si sostituisce al rumore, qualche vetro rotto in lontananza da ubriachi, la risacca del mare ,le barche che ondeggiano lungo le banchine del porto... ed io mi lascio andare a mille pensieri, scandagliando il mio animo, le mie sono ricerche interiori, investigazioni private, nascoste, sopite...


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com

domenica 17 maggio 2009

...Ho bisogno di Te !

il braccio in alto, aggrappato alla gamba, lo sguardo implorante: "Ho bisogno di te!" mi stai dicendo. Gli sguardi si incontrano , unico nostro linguaggio; Gesti di diniego e d'intesa. Tu , così fragile, ti sei affidata completamente a me, un estraneo , che vuole prendersi cura di te ! Ora, dopo trenta giorni, dopo pianti, sorrisi , cinque passi avanti e dieci indietro Ora, che esausto non vedo l'ora di metterti a letto la sera Ora che non vedo l'ora che ti svegli la mattina, il tuo primo sguardo, il primo sorriso è per me Ora... ... sono io che ho bisogno di Te!

giovedì 14 maggio 2009

Il vecchio che guarda...

Il peso che grava sul bastone, il volto scavato dalla vita; lo sguardo rivolto al fiume, compagno di una vita ... un ultimo sguardo , a quella che era la sua vita una strada bianca lo aspetta... un ultimo sguardo, con nostalgia il fiume + cambiato, così come la sua vita tutt'intorno continua la vita per chi passa... è solo un vecchio che guarda!

venerdì 1 maggio 2009

Stanza d'albergo...

Una stanza d'albergo, un letto sfatto; dalla finestra, echi lontani di un mondo straniero... apri gli occhi e rimani immobile, come estasiato da un'alba da favola...

lunedì 27 aprile 2009

Il Paradiso in Terra!

Oggi niente foto, del resto non servono; Una stanza d'albergo e' come la mia casa, una terra lontana e' come la mia patria, il sorriso della mia bimba e' il paradiso in terra...

sabato 18 aprile 2009

Un giorno volerò...

stanotte seguo i miei pensieri nell'oscurità le luci della notte gli ammassi stellari... sogni, desideri... speranze! domani volerò incontro alla mia vita un salto temporale mi porterà dove l'ultimo sogno fatto si è già avverato ritorneranno alla mente i ricordi foschi e cupi di un passato che poco fa era il presente domani volerò dove l'ultimo sogno fatto si è già avverato!


MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com